Storioni, formaggini e tanto altro ancora

 

Ciao a tutti gli amici di buonapesca.it, sono sempre io Lap’is. Oggi vi voglio parlare di un bellissimo lago nelle vicinanze di Cerbaia, paesino non lontano da Scandicci , che mi fa sempre divertire moltissimo e che non mi lascia mai cappottare. Questo è un lago molto adatto per passare una bella giornata di pesca in completo relax ed anche perfetto per chi vuole pescare solo poche ore, perché appunto ospita pesci in grande quantità. La fauna ittica presente nelle sue acque è composta da carpe, storioni fino a 50 kg, amur ,lucci (pochi ma grossi),black bass ,trote in inverno, qualche tinca, carpe koi, persici sole ed alborelle. In questo lago ,alcuni pesci presentano delle particolarità, per esempio le trote a spinning non abboccano in nessuna maniera, anche se gli lanci l’esca ad un millimetro, e le carpe non danno al granturco ma ,a causa della quantità disumana di pescatori di storioni, si sono abituate al formaggino e quindi ormai mangiano solo quello. Una cosa che apprezzo molto è che se peschi una rara carpa koi vinci un gelato e se peschi una trota superiore ai 2 chilogrammi, vinci una spalla di prosciutto. Oltre tutto, d’estate è aperto anche per le notturne. Se mai vi dovesse capitare di andare a quel lago, rimmarrete sbalorditi dalla gentilezza dei gestori , e vi consiglio se siete amanti dei pesci di fondo, di praticare una semplice pesca con una bolognese di 5 metri, un galleggiante da 1 grammo e innescando un bel pezzo di formaggino: vedrete che le catture non si faranno attendere. Invece per gli amanti dello spinning, vi consiglio di pescare al bass, anche con canne da casting, utilizzando soprattutto siliconici, in modo tale da poter andare a cercare il pesce anche nei sottosponda ricchi di vegetazione, perché è lì che stazionano. Vi posso assicurare che con i pesci come carpe e storioni, effettuerete veramente dei combattimenti divertenti ed impegnativi, che però, se andranno a buon fine vi daranno un sacco di soddisfazione, data la grossa mole dei pesci. In questo lago non sono consentiti bigatti, pasture, pane, pellet, ed è obbligatori utilizzare ami singoli senza ardiglione, perché si punta alla massima tutela del pescato, infatti ad ogni pescatore ,se non ce l’avesse, viene fornito un materassino su cui riporre il pesce nella fase di slamatura. Pur troppo , non è lo spot ideale per gli amanti del feeder e della trout area. Quindi in conclusione, vi consiglio con tutto il cuore di andare a provare questo lago, visto che so per esperienza che non rimarrete con il dispiacere di non avere preso niente. In futuro, spero di riuscire a portarci anche Ighli e Gianfranco.

Ciao, Lap’is.